Best of Media

Radio Goes Digital: un mare di opportunità

Il digital audio diventa un nuovo canale di comunicazione pubblicitaria che si va ad aggiungere al media mix tradizionale delle aziende, aprendo la strada a nuove e interessanti prospettive pubblicitarie.

Si sta parlando sostanzialmente di un importante cambio nelle modalità di fruizione del mezzo radiofonico tradizionale, che permette di passare da una comunicazione di massa ad una puntuale e precisa intercettazione degli utenti e dei loro reali bisogni attraverso la trasmissione di contenuti audio pianificati ad hoc per ciascuno di loro.

Da ciò nasce la curiosità e l’intenzione del mercato pubblicitario di presidiare anche tale territorio.

Secondo il report sul Digital Advertising di IAB U.S., il 2016 viene identificato come “l’anno del debutto del Digital Audio, grazie al fatto di aver generato ben 1.1 miliardi di dollari, con più dei 2/3 degli inserzionisti americani che hanno dichiarato di essere propensi ad aumentare gli investimenti in questa categoria nel 2018.”. Crescita confermata anche dal picco raggiunto dagli stream audio on demand pari a 250,7 miliardi di dollari nel 2016, nonché l’82,6% in più rispetto all’anno precedente.

In particolare la radio digitale viene considerata una grande e nuova opportunità di comunicazione pubblicitaria grazie a:

  • disponibilità di un’audience ampia e in continua crescita, con picco di concentrazione sul target più giovane (Secondo il “Global Music Report” del 2017 di IFPI, il 67% dei Millennials ascolta musica con lo smartphone e il 27% con il pc);
  • la creazione di un rapporto one-to-one e dunque più intimo e più vicino alle esigenze dei propri utenti;
  • possibilità di targettizzare su mobile, per area geografica, per contenuti, caratteristiche sociodemografiche e infine anche tramite pianificazione programmatica;
  • risulta essere un prodotto indipendente dagli schermi e per questo multitasking, ad alto ingaggio e non intrusivo. (Secondo Nielsen, l’audio diventa fondamentale quando si spengono gli schermi: il 79% degli italiani infatti dichiara di fruire contenuti audio quando gli schermi sono off.)

 

Inoltre, l’introduzione di nuovi device, quali i vocal assistant e le connected cars offriranno ulteriori e interessanti contesti in cui inserire l’audio advertising. La trasmissione digitale in streaming di contenuti audio sarà dunque la nuova frontiera media da prendere in considerazione per le future pianificazioni.

 

Il digital audio è un prodotto pubblicitario nuovo e complementare alla pianificazione del media mix tradizionale delle aziende.

Previous ArticleNext Article

Send this to friend