I Nostri Eventi, PHD News

Ripartire dal futuro, insieme

Questo il core principale del Festival della Crescita, evento che assume la connotazione di un viaggio strutturato lungo 11 città italiane dove PHD è stata protagonista prima a Bologna e poi a Milano, ultima tappa della rassegna.

 

Così come un lungo volo che unisce e riduce le distanze tra diversi punti su una mappa, il Festival della Crescita si propone come mezzo per avvicinare le persone a temi visionari legati all’innovazione, con l’obbiettivo di fornire quelle linee guida fondamentali per rilanciare l’Italia verso un futuro capace di integrare innovazione, cultura, sviluppo e sensibilità.

 

Eccoci dunque ancora una volta in prima linea sul palco. L’argomento è “La passione di comunicare” e Vittorio apre con un intervento sugli scenari marketing in relazione all’intelligenza artificiale, un futuro che non sembra poi così lontano.

 

Vittorio presenta l’evoluzione che “le macchine” hanno avuto negli ultimi anni e come ogni giorno noi stessi ci troviamo coinvolti in maniera diretta. Si viaggia verso una personalizzazione sempre più consistente dei contenuti. Un modello artificiale che auto-impara dall’uomo e rielabora in tempo reale le informazioni. Dati sempre più precisi per un pubblico sempre più esigente. Il messaggio arriva forte e chiaro. Dobbiamo in primo luogo accettare il cambiamento e successivamente essere pronti a queste nuove forme di tecnologia. Non dipende da noi, il mondo va in questa direzione e abbiamo il dovere di essere pronti per non restare indietro.

 

L’evoluzione è anche questo. Le cose cambiano, scompaiono e ne nascono di nuove. Così come la tecnologia anche il mondo del lavoro è destinato a evolvere. La preoccupazione più grande è quella legata ai posti di lavoro che saranno sostituiti da intelligenze artificiali ma sicuramente nuove professioni si svilupperanno nel tempo. Perché le emozioni umane restano fondamentali e nessun computer al mondo è in grado di replicarle.

 

La giornata prosegue con altri interventi che esplorano altri aspetti della comunicazione, diversi punti di vista che aprono a nuovi scenari anche per i brand. Interessante il concetto di Pasquale Diaferia, creativo italiano e web influencer, che parla di “Advertising Civile” come una concreta possibilità di fare campagne pubblicitarie di successo sotto una nuova ottica. La tecnologia fornisce gli strumenti ma i contenuti sono a carico nostro, è il pensiero umano a fare la differenza. Emozionare le persone, raccontare storie, mettere in luce certi valori non è cosa da computer.

 

Dall’uomo all’intelligenza artificiale, dai brand ai valori, dal presente al futuro. Questi, in sintesi, i temi chiave che sono emersi durante la giornata.

 

Gli spunti messi sul tavolo sono stati tanti e più che soluzioni sono state date delle suggestioni su cui poter ragionare. Ci sarebbe ancora tanto da dire ma il tempo a disposizione è terminato, arrivederci al prossimo appuntamento con ancora tantissima voglia di imparare e crescere insieme.

Previous ArticleNext Article

Send this to friend